contratto

CONTRATTO PER LA PSICOTERAPIA

__________________________

La scuola psicologica a cui faccio maggior riferimento è quella di Carl Rogers dell’Istituto dell’Approccio Centrato sulla Persona, ovvero la Psicoterapia Centrata sul Cliente che afferma: “la persona che sono va bene se riesco ad essere me stessa/o in modo autentico”.

.

.

COMPITI DELLA TERAPEUTA

__________________________

Creare le condizioni favorevoli a riattivare la tendenza attualizzante del cliente – intesa come la forza regolatrice che sa selezionare in modo gerarchicamente ordinato le esperienze vitali – così che la persona possa crescere verso la propria autorealizzazione e il suo divenire pienamente funzionante.

.

Essere ben presente nella relazione per ascoltare la persona con congruenza, empatia e considerazione positiva incondizionata comunicandole comprensione.

.

Essere per la persona strumento di esperienze emozionali correttive: così che possa rivedere il modo abituale di affrontare la vita e trovare modi nuovi di risolvere le problematiche e le difficoltà.

.

Rendere possibile alla persona il sentirsi sicura, prendendo in considerazione ogni suo modo di essere, senza condizioni, così che possiamo insieme affrontare ogni problematica.

.

Aiutare la persona a sviluppare un atteggiamento di maggior cura verso se stessa ed a prestare un ascolto più attento alle proprie esperienze interiori, così che potrà funzionare in modo più completo, più libero e più fiducioso di sé.

.

A conclusione del percorso terapeutico: aiutare la persona a dare un nome ai passi fatti e ai cambiamenti avvenuti; vigilare che non si generi alcun rapporto di dipendenza; rispettare il segreto professionale (anche non salutando per prima fuori dallo studio).

.

.

OPPORUNITÀ DEL/LA CLIENTE

(da solo/a o in coppia)

__________________________

Esplorare in modo sempre più approfondito i sentimenti dolorosi, strani, sconosciuti o pericolosi: imparare così a conoscere elementi della propria esperienza che in passato erano stati rifiutati alla coscienza perché troppo minacciosi o dannosi per la struttura del sé.

.

Avere un atteggiamento aperto nei confronti della propria esperienza così che ogni errore e comportamento inadeguato possa essere considerato, compreso e corretto.

.

Parlare, esprimere e dare nome a qualsiasi fatto, vissuto, emozione ritenuti significativi al fine della comprensione delle proprie problematiche e dei propri comportamenti.

.

Riferire qualsiasi evento importante per la proprie vita o per la continuità della terapia.

.

Impegnarsi ad affrontare la fatica emozionale che il cammino psicoterapeutico comporta, a rispettare le regole economiche e di tempo del setting, di seguito espresse:

.

.

INDICAZIONI

__________________________

La seduta si concorda con appuntamento una volta in settimana e dura 50 minuti.

.

La puntualità è necessaria per l’inizio e la fine della seduta.

.

La durata della terapia varia per ogni singolo cliente.

.

La conclusione della terapia viene concordata – assieme – in studio.

.

Posso essere contattata sul telefono cellulare e sul telefono fisso – quest’ultimo funziona con segreteria telefonica perché si trova presso la mia abitazione.

.

Per il pagamento faccio riferimento al Tariffario dell’Ordine degli Psicologi e alla mia tabella personale degli onorari, in visione in studio.

.

Se disattende ad un appuntamento già concordato: se fa a tempo ad avvisare possiamo concordare uno spostamento dentro la stessa settimana, altrimenti paga la seduta.

.

In studio è appesa l’informativa sulla gestione dei dati personali per la legge sulla privacy.

.

.

.

.

__________________________

Per maggiori informazioni, inviami un messaggio qui.